Ultimo Urlo - Inviato da: Beppe - Sabato, 22 Febbraio 2014 16:28
Buona giornata del ricordo a tutti!
Cerrar bloque  Informazioni sul progetto "Costruiamo la Huiling Farm"

 

 

Il MASCI Lugagnano 1 è lieto di ospitare su questo sito le informazioni del progetto, aperto a tutti gli adulti scout italiani e non, "Costruiamo la Huiling Farm". 

Provvisoriamente, se desiderate, indirizzate qualsiasi domanda, richiesta o commento a giuseppe_nitti@yahoo.it

In calce troverete numerosi collegamenti a pagine interne ed esterne a questo sito.  

 

 

Huiling (www.gzhl.org) è una ONLUS cinese sorta con il nome di Zhiling nel 1985 grazie  all’aiuto di un gruppo di donne cinesi e della Caritas di Hong Kong. È cambiata in Huiling nel 1990 e rifondata da una signora cinese che si chiama Meng Weina e che è diventata cattolica nel 1998. Nel 1995 è arrivato al Huiling un missionario che si chiama padre Fernando Cagnin (in cinese Xu Guoxian) che appartiene alla società di vita apostolica PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) che ha dato un impulso di sviluppo dei servizi su scala nazionale. Huiling, essendo un’organizzazione indipendente, si finanzia con raccolta di aiuti, le rette dei genitori che possono pagarle, con i propri prodotti artistici, agricoli, di forneria e con adozioni.

Huiling si occupa del recupero, dell'assistenza, della formazione e integrazione di persone diversamente abili, disabili intellettivi e poveri nella Repubblica Popolare Cinese. Huiling accoglie l’aiuto di volontari italiani che possano far migliorare e crescere la fattoria situata nella periferia di Canton (il lingua locale Guangzhou). Sono altresì benvenuti i volontari i quali, competenti in alte branche e cioè medici, fisioterapisti, elettricisti, muratori, agronomi, cuochi ed altre. Il committente e persona di riferimento è Padre Fernando Cagnin. Appena avviato un progetto sarà seguito da un incaricato in lingua inglese (o cinese).

La fattoria ospita in maniera permanente alcuni disabili e funge da unità utile all'ergoterapia e alla terapia nel verde dove, si recano altri disabili di sedici case-famiglia e di molti servizi diurni dell’Huiling per il loro recupero o per attività legate alla loro salute psicofisica. La Farm House è composta di tre case abitative con cucina, sala, tre camere e due bagni. C’è un ulteriore edificio, che potrebbe diventare un ristorante o un salone multi usi. Ci sono altre costruzioni in muratura per gruppo elettrogeno, il magazzino attrezzi, la compostiera e circa 23000 metri quadrati di orti, bosco, viottoli e giardini.

Cosa fare e perché.

L'obiettivo è quello di creare e rifinire assieme al MASCI  o scout di altre organizzazioni e nazionalità le strutture mancanti, le quali vadano ad integrare e completare il complesso della fattoria. Si tratta, per esempio, di alzare muretti o recinti attorno alle unità abitative, costruire scale che consentano un migliore accesso all'orto (si tratta di coltivazioni in collina), completare il ristorante o salone multiuso, occuparsi di riparazioni (elettriche, idrauliche, in muratura e in legno) e manutenzioni delle strutture esistenti, pulire il verde, in modo di facilitare la gestione della struttura da parte dello staff locale, sistemare la stradina e gli scoli dell’acqua (abbondante nel periodo delle piogge: febbraio – luglio), ampliare il tutto e rendere più produttiva la coltivazione degli orti (con insalata, pomodori, carote, finocchi, fagioli, basilico, rucola, ecc. ecc.) e formare il personale ed i disabili ad una cucina internazionale viste le visite che vengono effettuate sia da cinesi che da persone di altri paesi.

Stiamo cercando un piccolo gruppo di persone e abili e mature, volonterose di trasmettere gli standard di qualità occidentali, che sappiano parlare (il cinese o) l'inglese, che abbiano già accumulato esperienze di volontariato nel campo edilizio, agricolo, fisioterapia e tanto quanto citato più sopra e che abbiano un occhio di riguardo per il bello ed il duraturo. E’ importante che siano anche persone aperte ad altre culture forti e che sappiano accettare i poveri.

Nel giro di 24 ore, per chi non la conosce, si verrà proiettati in un'umanità completamente diversa dalla nostra, con usanze e tradizioni più che millenarie che si dovranno riconoscere e accogliere, con le quali si dovrà convivere, si accetterà la sfida del sapersi adattare e voler sfoderare tutto il proprio “savoir faire” e, tramite l'esempio, si potranno trasmettere i valori cristiani dei quali siamo portatori. Oltre all’aspetto delle tradizioni millenarie ci si dovrà anche scontrare il materialismo più efficiente pieno di grattacieli, metropolitane, centri commerciali e un’infinità di tentazioni e apparenze! 

Se volessimo introdurre i volontari a questa realtà già in Italia, ci potremmo rivolgere al PIME di Milano che svolge già quest'attività preparatoria, per esempio, coi volontari in Cina del GEM (Giovani e Missione). Per qualsiasi altra domanda sul progetto di volontariato ci siamo noi dell’organizzazione.

Come realizzeremo i progetti:

Ai volontari verranno sottoposti dei progetti prima della loro partenza per la Cina. Questi indicheranno quali e quanti utensili e materiali da costruzione serviranno per realizzare le varie opere. Huiling si applicherà per trovare i fondi necessari per acquistarli e metterà il materiale richiesto a disposizione. Ovviamente sono molto gradite le donazioni che potrebbero arrivare attraverso attività di preparazione fatte in Italia prima (ma anche dopo) lo svolgimento dei progetti.

Dove e quando:

La fattoria si trova nella periferia di Guangzhou (Canton) ed è raggiungibile dal centro della città con metropolitana, autobus e 15 minuti di cammino. Visto quindi che la distanza dalla cattedrale cattolica (che è nel centro della metropoli) è a circa due ore di viaggio, si prevede che il vitto e l'alloggio degli amici italiani sarà in fattoria. Si richiede di lavorare coi operatori locali cinque giorni a settimana e si offre anche una piccola vacanza di tre giorni liberi all'interno del periodo lavorativo. I periodi d'intervento consigliati sono quelli di circa un mese, concordabili coi volontari, perché più a lungo si rimane, più ci si abitua all’ambiente circostante e più si riesce a donare a queste persone. Certamente sono graditi anche periodi di permanenza più breve perché un dono è sempre un dono! La stagione migliore va da agosto al capodanno cinese (gennaio-febbraio), questo per evitare i mesi più piovosi e con elevata umidità.

Il trasporto dall'Italia: 

Si volerà a Hong Kong dove, arrivando la mattina presto di un giorno non festivo (attenzione alle feste cinesi), cioè tra le sei e le nove del mattino, ora locale, si richiederà alle autorità un visto per ognuno dei partecipanti e si attenderà il documento per il pomeriggio o la sera; quindi si ripartirà per l’interno della Cina. L'esperienza di Huiling fronteggerà il problema burocratico, del trasporto e logistico, cercando di ripartire in giornata, provvederà ai successivi trasporti a Guangzhou e quindi alla fattoria.

Huiling conta sull'autofinanziamento almeno dei viaggi, visto e assicurazione internazionale e richiederà ai volontari di firmare un “accordo” su questi punti. Huiling si impegnerà a seguire il progetto e le persone nelle loro necessità; ci sarà pure un tempo dedicato all’introduzione culturale (con spiegazioni sugli usi e costumi, comunicazioni sulle attività e festività importanti, condivisioni e qualche visita turistico-culturale).

Ci fa piacere avere un CV (curriculum vitæ) che ci aiuti a capire meglio le persone che intendono venire per esperienze di volontariato e sarebbe bene che fosse scritto in inglese per renderlo leggibile anche agli incaricati cinesi. 

Alla fine dell’esperienza daremo un riconoscimento scritto dell’opera caritativa fatta a favore delle persone diversamente abili dell’Huiling.

Con molta riconoscenza.

Fraternamente

Fernando

 

 Potete trovare altre immagini nella sezione Galleria Foto/MASCI/HUILING FARM

 Potete trovare le domande frequenti cliccando QUI 

 Potete trovare una lista di attrezzi mancanti e di lavori da fare o completare cliccando QUI 

 Questo progetto, senza fotografie, è scaricabile in formato pdf nella sezione Downloads -> Progetto "Costruiamo la Huiling farm" -> Presentazione del progetto 

 Potete scrivere a Alberto Albertini vonalbert53@gmail.com  oppure a Giuseppe Nitti giuseppe_nitti@yahoo.it

 

 Collegamenti esterni (cliccate sempre sulle scritte in blu)

 Il sito di Huiling Guangzhou

 Notizie sul premio della fondazione Vittorino Colombo consegnato a Teresa Meng Weina

 Sul sito di Asia News

 Su Missioni Online

 Presso la Fondazione Vittorino Colombo

 

 Un cordiale saluto ed un arrivederci

 

 

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it
http://www.desarrollo-mkportal.org
::Theme Forest Clan 1 Grn v.2.0 designed by: Desarrollo MKPortal::